Mobi_Volontariato

XCHANGE: EXCHANGE OF GOOD PRACTICES AND COOPERATION IN HUMANITARIAN ACTION TO GENERATE ENGAGEMENT

Progetto: Il progetto XCHANGE inizia nel novembre 2019 e si conclude a ottobre 2020. Coinvolge 17 organizzazioni da 10 paesi differenti: Italia, Spagna, Slovacchia, Etiopia, Kenya, Mozambico, Guatemala, Colombia, Perù e Serbia. Lo scopo generale del progetto è quello di dare ai partner le abilità di gestire i volontari nel quadro delle iniziative EU Aid Volunteer e apprendere buone pratiche di aiuto umanitario, gestione dei volontari e sviluppo delle comunità locali. Grazie al progetto XCHANGE, le associazioni partecipanti avranno piena conoscenza delle strutture e dei principi del volontariato europeo, delle procedure per ottenere la certificazione e dei metodi di selezione e monitoraggio dei volontari.

Obiettivi:
OBIETTIVO GENERALE: Permettere alle Organizzazioni Ospitanti di acquisire maggiori competenze ed autonomie nella gestione dei volontari, nel raggiungimento degli standard per accedere alle procedure e strutture dell’iniziativa EU Aid Volunteer e promuovere una rete di collaborazione e di scambio di conoscenze fra associazioni che si occupano di volontariato.
OBIETTIVI SPECIFICI:
1. Fornire ai partner le abilità e metodologie necessarie per raggiungere gli standard e le procedure per fare domanda come Organizzazione Inviante/Ospitante all’Unione Europea.
2. Fornire a tutti i membri del progetto sessioni di formazione specifica per migliorare la gestione di volontari locali ed internazionali.
3. Condividere tra tutti i partner di progetto strumenti, buone pratiche e metodi di gestione (anche quotidiana) dei volontari, con l’obiettivo di creare e rafforzare collaborazioni nazionali e locali con altre associazioni impegnate nel volontariato.

Luoghi di svolgimento: Italia, Slovacchia, Spagna, Etiopia, Kenya, Mozambico, Guatemala, Colombia, Perù e Serbia.

Durata: 01/11/2019 – 31/10/2020

Beneficiari: Le 10 organizzazioni di paesi del sud e dell’est del mondo

Risultati auspicati: Tutte le Organizzazioni partner di progetto condivideranno una strategia, dei metodi e degli strumenti per la gestione dei volontari internazionali e locali. Saranno organizzati molteplici incontri e workshop online e residenziali per il monitoraggio ed il confronto delle attività di ogni Organizzazione. Un volontario online sarà selezionato da ASPEm attraverso un bando dell’UE e collaborerà alla ricerca e definizione dei documenti e degli strumenti utili. Le Associazioni del sud o dell’est del mondo creeranno una rete di collaborazione con partner locali e diventeranno il loro punto di riferimento in loco. Verrà redatta una lista di buone pratiche e di documenti da condividere online e rendere pubblica.

Attività:
OBIETTIVO SPECIFICO 1:
• ASPEm e ADRA condivideranno con ALBOAN, SVI e MMI le conoscenze riguardo ai meccanismi di certificazione dell’Unione Europea acquisite con l’esperienza: Ogni Organizzazione Inviante stila una lista dei documenti necessari ed inizia ad organizzare con la/le propria/e Organizzazione Ospitante il programma del futuro workshop residenziale/online.
• Workshop residenziale con tutti i partner con argomenti: salute e sicurezza, valutazione dei bisogni e profilo del volontario, gestione dei volontari con un approfondimento sulla gestione interculturale, gestione e valutazione dei conflitti.
• Workshop online per la preparazione dei documenti necessari per presentare la domanda di certificazione all’Unione Europea
• Workshop residenziali per inviare le domande di certificazione, tre in totale, uno per ogni stato.
OBIETTIVO SPECIFICO 2:
• 3 riunioni online tra l’Organizzazione Inviante e ASPEm Perù per preparare la sessione di formazione residenziale che si terrà in Etiopia per i partner europei ed africani, in Perù per i partner sudamericani riguardo alla gestione dei volontari: condivisione delle metodologie di azione, definizione del programma, definizione della bozza della presentazione.
• Ad Addis Abeba, in Kenya e a Cusco, in Perù si terranno due sessioni di formazione residenziale che serviranno a tutti i partner per migliorare le loro conoscenze ed abilità nella gestione dei volontari
• 3 riunioni online tra l’Organizzazione Inviante e ASPEm Perù per preparare la sessione di formazione residenziale che si terrà in Serbia per i partner europei, in Colombia per i partner sudamericani e in Kenya per i partner africani riguardo alla gestione dei volontari: condivisione delle metodologie di azione, definizione del programma, definizione della bozza della presentazione.
• A Belgrado, in Serbia, a Nairobi, in Kenya e a Bogotà, in Colombia si terranno tre sessioni di formazione residenziale che serviranno a tutti i partner per migliorare le loro conoscenze ed abilità nella gestione dei volontari. Le sessioni forniranno anche gli strumenti per supportare i piani d’azione delle associazioni
OBIETTIVO SPECIFICO 3:
• Incontro residenziale e sessione di lavoro per le 5 Organizzazioni Invianti al fine di condividere le buone pratiche riguardo al volontariato e pianificare la realizzazione dell’intervento con le altre Organizzazioni. Definizione di una strategia di visibilità.
• Compilazione di una lista di Associazioni che si occupano di volontariato: ogni Organizzazione si occupa di recuperare i contatti nel proprio stato, in seguito le Organizzazioni Invianti creano una lista unica.
• Da parte di ASPEm avverrà la selezione tramite bando EU di un volontario on-line che si occuperà di ricercare nuovi documenti e strumenti utili da condividere con tutti i partner.
• Incontro di monitoraggio tra le 5 Organizzazioni Invianti a Belgrado per condividere gli aggiornamenti e le valutazioni del primo anno di progetto.
• Analisi da parte di ogni partner di progetto dei documenti e degli strumenti selezionati dal volontario online, verificando la compatibilità con le normative del proprio Stato, con seguente pubblicazione sui siti ufficiali.
• Organizzazione di eventi di diffusione, uno in ogni Stato in cui è presente un partner di progetto, con l’obiettivo di promuovere le iniziative e i benefici del volontariato europeo.

Associazioni e partner coinvolti:
• ADRA – Adventist Development and Relief Agency con sede a Bratislava, Slovacchia
• Fundaciòn ALBOAN, con sede a Bilbao, Spagna.
• Servizio Volontario Internazionale con sede a Brescia, Italia.
• Medicus Mundi Italia ONG ONLUS con sede a Brescia, Italia
• GIRL CHILD NETWORK con sede a Nairobi, Kenya
• Servizio Volontario Internazionale – International Voluntary Service con sede a Nairobi, Kenya
• Serviço Voluntário Internacional con sede a Maxixe (Inhambane), Mozambico
• Ass. CDRO – Asociación de Cooperación para el Desarrollo Rural de Occident con sede a Totonicapán, Guatemala
• ASEC – Asociación de Servicios Educativos y Culturales con sede a Ciudad de Guatemala, Guatemala
• JRS COL – Fundación Servicio Jesuita para Refugiados Colombia con sede a Bogotà, Colombia
• CCAIJO – Asociación Jesus Obrero con sede a Andahuaylillas – Cusco, Perù
• ASPEm Perù – Asociaciòn Solidaridad Paìses Emergentes, con sede a Lima, Perù.
• COVEKOLJUBLJE, DOBROTVORNA FONDACIJA SRPSKE PRAVOSLAVNE CRKVE con sede a Belgrado, Serbia
• MHO Merhamet-Sandzak – Muslim Humanitarian Organization “Merhamet – Sandzak” con sede a Novi Pazar, Serbia
• Ecumenical Humanitarian Organization con sede a Novi Sad, Serbia
• Ethiopian Catholic Church Social and Development Commission con sede a Addis Abeba, Etiopia
Finanziatori: il progetto è co-finanziato dall’Unione Europea